C’è un volontariato buono e uno cattivo?
C’è un volontariato di destra e uno di sinistra?
Il volontariato è solo di sinistra? In Emilia Romagna  il volontariato è di sinistra o per lo meno è percepito come tale.
La destra malvagia ed egoista contro la sinistra buona? Sarà vero?
Ho grande stima di chi fa volontariato di chi si spende con gratuità per il bene comune,
perchè sono fermamente convinto dei buoni propositi della maggior parte delle singole persone;
quando però Tremonti   tratta di volontariato in uno dei suoi testi , (tanto amato  da Nichi Vendola) qualche perplessità mi nasce e si perché, se si crede di sopperire con il volontariato ai tagli del governo mi spiace ma non posso essere d’accordo. Non posso pensare ad un paese armato di volontari e volontariato nel tentativo di tappare gravi mancanze istituzionali, non posso pensare che la gratuità sia sempre un bene, lo è quando non si sostituisce a potenziali posti di lavoro, lo è quando il suo benefico obbiettivo non mette in difficoltà l’imprenditoria. A fronte quindi del buon cuore del popolo Italiano e del particolare momento economico,  non sarà opportuno aprire un tavolo di discussione per tracciare un profilo del volontariato “sano”contro l’abuso del volontariato?

Annunci